Un’azienda giovane in una terra di grandi tradizioni

Zampino Cantine nasce dalla passione per i vini e la tradizione del suo giovane fondatore l’architetto Valerio Zampino.

La scelta di creare quest’azienda scaturisce dalla volontà di valorizzare e tutelare le eccellenze del nostro territorio ed i vitigni del sud Italia come l’Aglianico, il Fiano ed il Greco, investendo nella terra e nella tradizione secolare della viticoltura irpina, restituendo un futuro ad un patrimonio ambientale unico.

I vigneti di Zampino Cantine, estesi su oltre 8 ettari di territorio, sono impiantati sulle soleggiate colline dell’lrpinia centro-orientale, con un’altitudine compresa tra i 300 ed i 600 metri sul livello del mare.

L’impasto del terreno deriva dal disfacimento di arenarie caratterizzate da una struttura di tipo argilloso-calcareo.

Questi terreni, poveri di sostanze organiche e ricchi di elementi potassici e fosfatici ed un microclima ideale nel connubio acqua-sole, hanno reso possibile, oramai da millenni, una coltivazione di vitigni autoctoni quali |’aglianico, il greco, il fiano, la coda di volpe, identificando la produzione vitivinicola irpina in una fisionomia molto particolare e connotata da un’altissima qualità.

Le vigne sono curate in modo tradizionale, con potature severe, concimazioni e trattamenti ecocompatibili a bassissimo impatto ambientale nel rispetto assoluto degli equilibri naturali, ottenendo rese per ettaro e produzioni attentamente controllate.

La vendemmia, vissuta come un vero e proprio rito, è da sempre effettuata rigorosamente a mano per selezionare e controllare ogni singolo grappolo d’uva, che viene delicatamente deposto nei tipici cesti in vimini o cassette di legno che ne conservano l’integrità nel trasporto alla vicina cantina.